Quanta sfortuna! Gli azzurri cadono di misura con il Cmb, tre legni nella ripresa. Il presidente Perugino: “Fiducioso, la ruota girerà”

Non arriva la prima vittoria in casa Napoli. In quel di Policoro gli azzurri devono fare i conti con la seconda sconfitta esterna e ancora una giornata caratterizzata dalla sfortuna. Se davanti al pubblico amico hanno trovato un Casassa, portiere del Ciampino Aniene, in formato super, questa volta hanno dovuto fare i conti con ben tre legni colpiti nella ripresa. La tensione per arrivare alla prima vittoria ha giocato un brutto scherzo ai ragazzi di Basile, scesi in campo senza Fortino e Crema e poco reattivi nella prima frazione di gioco dove è arrivato il gol decisivo di Oitomeia. Seconda parte di gara completamente diversa con i partenopei trasformati capaci di cingere d’assedio i ragazzi di Nitti. Un palo ed una traversa di Grasso, un’altra colpita da Turmena, tante altre occasioni e pochissimi rischi, hanno caratterizzato un match apparso stregato. Neanche il portiere di movimento con Alex è servito a schiodare il parziale e alla fine è maturato il kappaò.

Nessun dramma e tanta voglia di sbloccarsi con il presidente Serafino Perugino intervenuto subito a tranquillizzare l’ambiente: “Rammaricato per la sconfitta immeritata, abbiamo regalato un tempo, nella ripresa li abbiamo chiusi nella loro area, preso 3 pali, facciamo i complimenti al CMB che ha portato a casa la vittoria. Basile non è in discussione, lavoriamo ancora di più a testa bassa. E’ chiaro che paghiamo lo scotto dell’inesperienza, il campionato è lungo, sono certo che diremo la nostra”.

Condividilo su

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su email
Email